Il governo pronto alla prossima mossa contro i non vaccinati: spunta l’ipotesi per colpire i guariti

Come nell’aprile del 2020 colsi le linee di sviluppo che avrebbero portato alla pandemia del rocchetto o dello yo-yo, composta dall’alternarsi di fase 1 e fase 2, provo a leggere un’altra linea di tendenza che vedo possibile nel mondo di cui siamo abitatori e che mi pare molto probabile diverrà parte integrante della realtà stessa.

In sostanza non è difficile prevedere come presto gli armigeri del nuovo leviatano tecno-sanitario o capitalismo terapeutico diminuiranno la durata dell’infame tessera verde per i guariti, nella prospettiva di non dargliela più a fatto. In Germania è stata notevolmente abbassata la durata della super infame tessera verde che essi pudicamente appellano Green pass, per coloro i quali l’hanno ottenuta non mediante la benedizione con il santissimo siero bensì in forza della guarigione.

Il guarito in effetti è un eretico dacché non è benedetto con il santissimo siero e può non di meno beneficiare, sia pure a tempo determinato, di quei diritti che il nuovo leviatano tecno-sanitario vuole rendere fruibili unicamente per quanti abbiano giurato fedeltà e si siano benedetti con il sacramento più importante della religione terapeutica, il santissimo siero.

Il guarito è una…