il governo ci ripensi, la ratifica sarebbe un errore

Torniamo a parlare del MES. Ahimè, sono ormai circa due anni che vi parlo di questa vicenda. I segnali arrivati nelle ultime ore dal governo non sembrano essere incoraggianti per chi segnala ormai come me da anni, l’inutilità e anzi la dannosità sia del testo riformato che si vuole ratificare che del contesto attualmente vigente. L’esecutivo, cioè il governo Meloni, tentenna e sembra follemente aprire alla ratifica, seppure con l’idea sciocca di applicare dei correttivi futuri al Trattato. Però la tattica è alquanto insensata. Anche secondo il professor Francesco Giavazzi questo strumento è una iattura, per una serie di motivi che vediamo di riassumere. In primis la sua funzione principale. La funzione principale di questo strumento è quello di erogare prestiti a quei Paesi che hanno difficoltà di accesso presunta ai mercati. Questo però potrebbe scatenare, anzi ve lo do per certo, scatenerebbe la speculazione, danneggerebbe la reputazione di quei Paesi, come il nostro, sui mercati, nonché l’accesso alla linea di credito precauzionale soggetta a condizioni di accesso molto stringenti e gravose. La seconda ragione: il prestito al fondo di risoluzione delle crisi bancarie con risorse molto limitate, non potrebbe arginare una vera crisi bancaria e…