Il giallo delle carte segrete di Biden: perché le ha portate via? Che differenza c’è con Trump? E la portavoce conferma: “Nel 2024 si ricandiderà”

NEW YORK – Gli avvocati di Biden dicono che la perquisizione dell’Fbi per cercare i documenti segreti nella casa del presidente a Wilimington l’hanno chiesta loro, e il dipartimento alla Giustizia ha accettato di ordinarla nello spirito di collaborazione che guida l’intera inchiesta. Lo fanno perché così sperano di limitare i danni legali della vicenda, che invece sul piano politico minaccia di deragliare la ricandidatura del capo della Casa Bianca nel 2024.