il Dipartimento della giustizia indaga su falsi elettori di Trump- Corriere.it

Indagine sui finiti sostenitori dell’ex presidente degli Stati Uniti per ribaltare il voto delle presidenziali

Il dipartimento di giustizia ha annunciato che i procuratori federali stanno «esaminando» la vicenda dei falsi elettori che i sostenitori di Donald Trump tentarono di insediare allo scopo di ribaltare l’esito del voto, con tanto di falsi certificati che alla fine furono mandati anche agli Archivi nazionali. Un tentativo che coinvolse sette Stati (Pennsylvania, Georgia, Michigan, Arizona, Wisconsin, Nevada e New Mexico). La vice attorney general Lisa Monaco ha però aggiunto di non poter aggiungere nulla su «indagini in corso».

Capitol Hill

La scorsa settimana la commissione del Congresso che indaga sull’attacco a Capitol Hill starebbe valutando di incriminare Donald Trump per cospirazione criminale. A darne notizia è il Guardian che cita due fonti e spiega come l’ex presidente potrebbe aver tenuto una condotta criminale tale da giustificare un rinvio al Dipartimento di giustizia. Le indagini si basano sulle comunicazioni consegnate dall’ex capo dello staff di Trump, Mark Meadows e altri. Secondo questi messaggi Trump avrebbe informato un certo numero di deputati repubblicani della Camera sul suo piano e sul ruolo che l’allora vicepresidente Mike…