«Il Covid e il calcio? Si aiuti tutto lo sport con nuove regole e protocolli»- Corriere.it

di Daniele Dallera

L’ex presidente di Coni e Figc: «Lo sport italiano reagisce meglio che in altri Paesi. Lo sport è un settore strategico, se servono nuovi protocolli vanno fatti»

Franco Carraro è una autorità nello sport italiano e internazionale. Gli anni ci sono, 82, ma per vivacità fisica, tipici i suoi movimenti svelti e stretti, di pensiero, né si vedono e né si sentono. Cultura sportiva e manageriale, passione e coraggio rendono le sue idee e le sue riflessioni mai scontate sempre originali. Carraro studia, analizza, affronta i problemi, fa proposte: «Il momento è delicato per tutti. Ma ho una convinzione…»

Quale?

«La pandemia nel 2020 coglie di sorpresa il mondo intero, ma lo sport italiano, la sua organizzazione, anche tra conflitti, tensioni interne, istituzioni non sempre in sintonia, reagisce meglio che in altri Paesi, anche più forti a livello tecnico e organizzativo. E sono arrivate le grandi vittorie del 2021, a livello calcistico, campioni europei con l’Italia di Mancini, a livello olimpico e paralimpico e nelle competizioni europee e internazionali. Sappiamo improvvisare meglio. È una mia idea, per carità, ma suffragata dai fatti».

Come si spiega?

«Nelle crisi diamo il meglio, troviamo unità, affrontiamo i problemi e li…