il costo dell’elettricità cresciuto di 5 volte, e si va verso il freddo vero

 

Il costo dell’elettricità in Finlandia ha superato i 400 euro per megawattora durante le ore di picco di consumo questa settimana, secondo i dati della borsa elettrica Nord Pool.

Il prezzo più alto è stato registrato il 29 novembre, a 422 euro per MWh (tasse incluse). È circa cinque volte superiore rispetto a un anno fa.

La Finlandia è dipendente dall’energia importata dall’estero, con circa il 10% della sua elettricità fornita dalla Russia. Gli esperti attribuiscono l’aumento del prezzo agli elevati costi energetici nell’Europa centrale, dove una grande quantità di elettricità viene generata dal gas naturale, il cui prezzo è aumentato in modo significativo. Non è detto che questi prezzi scendano presto, dato che si avvicina il vero inverno artico. Un calo dei prezzi potrà esserci solo la prossima estate,  quando si prevede che la centrale nucleare di Olkiluoto 3 diventi operativa.
Non è solo l’elettricità a peoccupare. I costi del gas naturale sono aumentati per i consumatori europei con l’avvicinarsi della stagione invernale. Martedì, il prezzo dei futures di gennaio sulla borsa TTF nei Paesi Bassi ha superato i 1.170 dollari per mille metri cubi, o 100 euro per MWh in…