il contratto e le richieste «capestro» dell’argentino- Corriere.it

di Redazione Sport

Scoop del quotidiano El Mundo sulla trattativa della Pulce Messi per rimaere al Barcellona. Accontentato in parte, se ne andato un anno dopo.

Un palco privato allo stadio Camp Nou per tutta la famiglia e per quella di Luis Suarez; un volo privato — sempr eper tutta la famiglia — per tornare a casa a Natale; un bonus da 10 milioni di euro solo per la firma; un interesse del 3% sullo stipendio gi faraonico per rientrare delle perdite della pandemia; una clausola di rescissione di soli 10.000 euro per essere libero di andarsene quando e come vuole.

Sono solo alcune delle pretese di Leo Messi di due anni fa, al momento di rinnovare con il Barcellona (e mentre comprava casa a Milano, nella stessa via della sede dell’Inter, e la sua silhouette compariva sul Duomo), trattativa terminata l’anno successivo tra le lacrime — se non di coccodrillo, poco ci manca — e con il trasferimento al Paris Saint-Germain, rivelate in esclusiva marted sera da El Mundo.

Questi erano solo alcuni dei parametri che l’argentino pretendeva di inserire nell’estate del 2020 nel suo contratto da 74,9 milioni di euro netti all’anno. Il quotidiano spagnolo ha pubblicato una serie di scambi di email tra il padre e agente di Leo, Jorge Messi, i suoi avvocati e l’ex…