Il cardiologo Rebuzzi: “Con le storie dei pazienti racconto il mestiere più bello del mondo”

“Fare il medico è il mestiere più bello del mondo, se si fa con la necessaria generosità, amando davvero il nostro prossimo. E’ quello che cerco di raccontare attraverso il mio percorso di cardiologo, con 40 anni di esperienza in terapia intensiva cardiologica. Ma, soprattutto, attraverso le storie dei pazienti. Storie che mi hanno lasciato molto”. Antonio Rebuzzi, docente di Cardiologia all’Università Cattolica di Roma e direttore della Terapia intensiva cardiologica del Policlinico Gemelli, Descrive così il libro scritto in collaborazione con la giornalista Evita Comes, ‘Dalla parte del cuore’, edito da Rubettino con la prefazione di Renato Zero, in veste di ‘paziente e amico’. Il volume sarà presentato a Roma, venerdì 9 dicembre alle 18.30, alla manifestazione ‘Più libri più liberi’, in programma alla ‘Nuvola’ di Fucksas.

“Racconto le vicende di personaggi non importanti nel senso comune del termine, se escludiamo il cardinale Carlo Maria Martini e il viaggio fatto con Benedetto XVI in Australia. Sono storie di pazienti ‘normali’: da quella di un ragazzo morto sulla Costiera amalfitana per un incidente, a quella di Francesco, 19enne che ha avuto un arresto cardiaco andando in coma per poi risvegliarsi, fino a quella di una…