Il capo dell’anticorruzione dei servizi segreti cinesi.. confessa di aver preso tangenti

 

Un ex capo dell’agenzia nazionale cinese per la lotta alla corruzione si è dichiarato colpevole… di corruzione.
Come riportato da SCMP, Liu Yanping, 67 anni, è comparso giovedì davanti al Tribunale intermedio del popolo di Changchun, nella provincia nordorientale di Jilin, con l’accusa di aver accettato più di 234 milioni di yuan (33 milioni di dollari) come tangente.


Il tribunale ha dichiarato che Liu, ex capo disciplinare del Ministero della Sicurezza di Stato, si è dichiarato colpevole e ha espresso pentimento. La corte è stata aggiornata e la sentenza sarà pronunciata in una data successiva.
Liu era stato accusato in precedenza dai finanziatori del partito di slealtà nei confronti di Xi Jinping e di far parte di una “cricca politica” guidata dall’ex viceministro della Pubblica sicurezza Sun Lijun in un documentario ufficiale trasmesso dall’emittente statale CCTV a gennaio.
È l’ultimo presunto membro della banda politica di Sun ad essere condannato, il che indica che la più grande epurazione dell’apparato di sicurezza cinese degli ultimi cinque anni si sta finalmente concludendo.

Il tribunale ha dichiarato che Liu aveva ricevuto il denaro in cambio di favori commerciali, sentenze indulgenti, promozioni lavorative e aiuto per…