“Il caffè con Maria De Filippi, la mia vita cambiò”

News

La comica si racconta a ruota libera: l’esperienza da mamma affidataria e quel colloquio con la moglie di Maurizio Costanzo che instillò in lei il “semino” dell’adozione

A ruota libera, come mai prima d’ora: Luciana Littizzetto, con il suo nuovo libro “Io mi fido di te. Storia dei miei figli nati dal cuore” (edito da Mondadori), ha parlato in modo inedito dell’esperienza di genitore affidatario. Quindici anni fa ‘Lucianina’ ha preso una decisione che le ha stravolto la vita: accogliere in famiglia Jordan e Vanessa, che all’epoca frequentavano rispettivamente la quarta elementare e la seconda media.

In una lunga intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni, la comica torinese ha spiegato nel dettaglio la sua avventura da genitore affidatario. Un’avventura che affonda le radici in un caffè preso 18 anni fa, con la “mitica ‘defilippica”, spiega Luciana, riferendosi a Maria De Filippi. “La scintilla è scoccata grazie a Maria – racconta -. Ero a casa sua a prendere un caffè e mi confidò che aveva iniziato questa esperienza (la conduttrice pavese e Maurizio Costanzo hanno adottato Gabriele, ndr)”. Da quel momento l’attrice cominciò a pensare seriamente all’adozione.

Dopo circa tre anni…