il 7,3% lascia al primo anno- Corriere.it

In Italia sempre pi studenti lasciano l’universit gi dal primo anno. Se nel 2011-2012 il tasso di abbandono degli studi universitari era del 6,3%, 10 anni dopo, ovvero nel 2021-2022, diventato del 7,3% il pi alto degli ultimi anni, con una percentuale del 7,4% tra gli universitari del sesso maschile e il 7,2% delle donne. A riportare i dati La Repubblica sulla base di una elaborazione statistica pubblicata dal ministero dell’Universit e della Ricerca nella sezione on line Open Data. Le cause sono diverse dalle difficolt economiche alle scarse prospettive lavorative. Non esiste una causa unica per l’abbandono universitario, ma sono molte – dicono Camilla Piredda e Simone Argutoli dell’Udu, l’Unione degli universitari – la mancanza di programmi di orientamento e di tutorato, l’assenza di supporto psicologico, un ambiente universitario che non sempre risulta cos attrattivo, difficolt economiche e la mancanza di prospettiva lavorativo. Sull’anno accademico 2021/2022, secondo l’Udu, ha pesato la presenza della didattica a distanza.

Il ministero: Lavoriamo sul potenziamento dell’orientamento

Il problema serio e altrettanto seriamente il Mur sta mettendo in campo iniziative per supportare gli studenti nel loro percorso universitario e contrastare questo…