i troppi fronti e il rischio di fare il gioco di Xi e Putin- Corriere.it

di Danilo Taino

La visita di Nancy Pelosi a Taipei ha aperto un altro fronte che la Casa Bianca deve gestire: Joe Biden ne avrebbe fatto a meno. Ora la superpotenza americana rischia un sovraccarico di impegni

Affrontare una crisi che ha aspetti militari un’impresa seria. Affrontarne due, a ottomila chilometri l’una dall’altra, diventa impervio. Ora, gli Stati Uniti sono finiti in questa situazione: grande sforzo per sostenere l’indipendenza dell’Ucraina, impegno obbligatorio per sostenere Taiwan. La visita di Nancy Pelosi a Taipei ha aperto un altro fronte che la Casa Bianca deve gestire: Joe Biden ne avrebbe fatto a meno ma, una volta che la speaker della Camera dei Rappresentanti americana arrivata nell’isola, non pu che difendere il suo diritto di visitare qualsiasi Paese sia disposto a riceverla.

Il problema, adesso, che la superpotenza americana rischia un sovraccarico di impegni: dal punto di vista militare, delle risorse, della logistica, della politica, della diplomazia. Overstretched, temono a Washington, tirata all’eccesso. Ed quello che Vladimir Putin e Xi Jinping desiderano: impegnare gli Stati Uniti su pi crisi per rendere evidente che la loro egemonia globale alla fine, che occorrono nuovi equilibri internazionali. Che la Pax Americana…