I risparmi italiani sempre più a rischio. Il Governo? Continua a tagliare fette di spesa pubblica

Il Governo italiano da almeno un quarto di secolo (cioè da almeno la metà degli anni ’90) sta sistematicamente tagliando fette di spesa pubblica e ci sono una serie di dati che io ho già pubblicato, tratti da dati Eurostat ossia da commercialisti della mia scuola MasterBANK, i tagli primari sono stati nella scuola primaria, nell’agricoltura, nella biodiversità ambientale, nelle foreste, nell’ambiente, nello sviluppo di comunità, scuola secondaria, trasporti, servizi ospedalieri, istruzione terziaria e cc.

A mio parere il taglio è stato effettuato per tutte quelle cose per le quali esiste uno Stato e una comunità giuridicamente riconosciuta. Non si può prescindere nel giudizio morale sulla politica economica da tali dati storici. In sintesi la spesa pubblica italiana ha un trend decrescente dal 2009, anno della crisi economica.

Sto affermando che quello che sta succedendo nel dibattito politico è parlare di tutto tranne che di quello che veramente serve. Slogan elettorali a destra e sinistra, di fatto non fanno altro che avere una visione di breve e brevissimo termine. Manca una visione di tipo strategico, che è l’unica cultura e dimensione di tipo politico. Parlo di politica economica, il taglio…