I plastici della Cia per colpire i nemici Dal Vietnam fino ad Al Zawahiri- Corriere.it

di Guido Olimpio

I precedenti confezionati da un team apposito: dal modello della prigione vietnamita alle enormi repliche delle citt irachene

L’intelligence usa la tecnologia avveniristica, si affida alla manualit di un modellista. Un insieme ben raccontato dalle operazioni anti-terrorismo, compresa la fine di Ayman al Zawahiri, ucciso a Kabul da un attacco
Usa. Una foto diffusa dalla Casa Bianca ferma un momento: il direttore della Cia, William Burns, seduto insieme ad altri funzionari al tavolo con Joe Biden. Nel mezzo una scatola in legno chiara. Vista in un altro luogo poteva sembrare una cassetta da lavoro e invece quel contenitore racchiudeva un oggetto importante: la replica, in scala, della casa-rifugio del leader di al Qaeda. Viviamo l’era digitale, per il plastico vecchia maniera efficace, ti porta dentro. Il metodo antico, usato dagli eserciti e dallo spionaggio. La Cia ha un suo laboratorio di specialisti, uomini e donne che devono riprodurre bersagli, palazzi, aree. In un bando pubblico di reclutamento hanno indicato i requisiti: modelli per briefing riservati a dirigenti governativi su questioni complesse; addestramento di team; modellini tridimensionali di teatri difficili che possano essere compresi facilmente a prescindere dal background.

Cos ne…