i giocatori non più in ginocchio per Black Lives Matter- Corriere.it

di Redazione Sport

La decisione dei 20 capitani e della Lega: il gesto solo in occasioni particolari.Il gesto nato nel 2020 insieme alla campagna Black Lives Matter

I giocatori della Premier League non si inginocchieranno più prima di ogni partita, ma rimarranno impegnati a combattere il razzismo e tutte le forme di discriminazione. Il gesto, iniziato a giugno 2020 in solidarietà per la campagna Black Lives Matter, verrà ora utilizzato in momenti specifici della prossima campagna al fine di «amplificare il messaggio che il razzismo non ha posto nel calcio o nella società».

I capitani delle 20 squadre hanno ribadito il loro impegno, sottolineando però con una nota che inginocchieranno in momenti specifici del torneo — al via questo finesettimana, appuntamento venerdì sera con Crystal Palace-Arsenal (qui la diretta) per amplificare il messaggio che il razzismo non ha posto nel calcio e nella società. La Premier League appoggia la decisione dei giocatori e, insieme ai club, utilizzerà queste opportunità per diffondere i messaggi antirazzisti come parte della campagna di sensibilizzazione «No Room for Racism», non c’è spazio per il razzismo. Nello specifico i giocatori si inginocchieranno nella partita di apertura della stagione, nelle partite di «No…