i familiari chiamano i carabinieri- Corriere.it

di Lara Sirignano

successo all’Ospedale Civico. La rabbia di una donna dopo aver visto gli insetti
nella camera mortuaria: Ho dovuto toglierli dal visto. Poi i bagni zeppi di rifiuti.
La replica delle Direzione sanitaria: Fatti inaccettabili, ci scusiamo

Dopo il caso delle migliaia di bare insepolte da anni al cimitero dei Rotoli di Palermo, finita in Procura la denuncia di una donna, Paola Borruso, che prima sui social, poi al Nas dei carabinieri ha raccontato la terribile storia accaduta alla suocera, morta nei giorni scorsi e trovata dai familiari nella camera mortuaria all’Ospedale Civico ricoperta di formiche. Le salme alloggiavano in mezzo alla lordura. Ho dovuto togliere gli insetti dal viso di mia suocera, si erano infilati in ogni orifizio e vi risparmio il resto. Non ci ho visto pi. Ho contattato i carabinieri che mi hanno chiesto di fotografare il cadavere e portare le foto il giorno dopo per la querela…, ha scritto su FB. Ma la donna non si arresa e si rivolta al Nas dell’Arma che ha contattato il direttore sanitario dell’Ospedale Salvatore Requirez irrintracciabile da noi poveri umani , ha raccontato sui social la Borruso.

Solo dopo l’intervento dei carabinieri sono scattati i controlli ed stata
eseguita una disinfestazione fuori e…