i due nemici (con le stesse idee) finiti su un volo last minute- Corriere.it

di Francesco Verderami

Prima le liti, poi l’intesa. Gli staff:«Ci vuole tanta pazienza con loro». Il leader di Italia Viva: «Dobbiamo essere pronti a rappresentare l’area macroniana in Italia
»


Come due viaggiatori costretti a cambiare itinerario, Carlo Calenda e Matteo Renzi si ritrovano oggi sullo stesso volo last minute, nonostante avessero programmato destinazioni diverse. Ed è questa narrazione che il leader di Azione e il capo di Italia Viva dovranno far dimenticare in campagna elettorale, sapendo che gli avversari ricorderanno la loro inconciliabilità (anche caratteriale) per additarli come i fautori di un patto di necessità e senza prospettiva. Ma se è vero che sembrano due galli finiti loro malgrado nello stesso pollaio, è altrettanto vero che su una cosa non potranno mai litigare: sulle idee, sulle linee programmatiche, sulla visione del Paese. Perché la pensano allo stesso modo. Fin da quando stavano al governo insieme e ovviamente si accapigliavano nelle discussioni. «Perché tu, Carlo, non capisci un (bip) di politica». «E tu, Matteo, non capisci un (bip) di economia».

Ora la prima scommessa sarà capire come supereranno la