I danni del “metodo grillino”

Quanti danni ha fatto Grillo! Il dibattito sulle intercettazioni telefoniche che in questi giorni sta animando la scena pubblica ha riesumato un certo giustizialismo forcaiolo che credevamo di aver consegnato agli archivi della storia. Purtroppo non è così, ma il tema di fondo non è nemmeno questo.

Populismo come espressione di analfabetismo funzionale

Invero esiste un problema più radicato che si sostanzia in un populismo d’accatto che con il metodo portato alla ribalta dal Movimento Cinque Stelle è divenuto stella polare di un nuovo modo di fare cultura (sic!), politica e informazione.

Spiace dirlo ma ci si trova di fronte alla nuova frontiera dell’analfabetismo funzionale.

E uso questa espressione con una certa cognizione di causa. Questo perché, a giudicare dalle prese di posizione dei relativi esponenti non si può che allargare lo spettro dell’analisi alla “forma mentis” di cui questi (esponenti) sono espressione pubblica.

Tale forma mentis è caratterizzata da una capacità di semplificazione del reale, applicata ogni campo della politica che, se non fosse grave, farebbe quasi tenerezza.

Poche e maldestre categorie per i nuovi esperti

Le categorie mentali entro cui i populisti grillini (eletti e sovente elettori) riconducono la complessità,…