«I collaboratori hanno fatto la differenza»- Corriere.it

«In tutte le fasi della mia vita e di quella di Luxottica, i collaboratori hanno fatto la differenza. Più dei marchi, più delle catene di distribuzione, più dei macchinari di produzione». Le parole di Leonardo Del Vecchio sono sempre state rivolte in primo luogo ai dipendenti, vero motore di quella fabbrica che ha fondato sessantuno anni fa ad Agordo, nella provincia di Belluno, dalla quale è nato il colosso mondiale delle lenti e delle montature. L’occasione per ricordare Del Vecchio, l’imprenditore scomparso a giugno, è stata la rivista «Asta la vista», rivolta proprio ai dipendenti del gruppo, con un numero straordinario che ha aperto con la sua foto e le sue parole: «Le persone, in fabbrica o nei mercati, con la loro passione per il lavoro, l’attaccamento all’azienda e la capacità di fare squadra hanno permesso di affermarci in tutto il mondo, di resistere nei momenti difficili e di cogliere appieno ogni opportunità».

I 200 mila collaboratori

Molti gli interventi in questa rivista. Primo fra tutti, quello di Francesco Milleri, il «delfino» scelto da Del Vecchio per guidare Essilux nel futuro, un orizzonte che va ben al di là del concetto delle geografie e tocca tecnologia e innovazione, delle quali la sintesi è l’alleanza stretta con…