“Hotel blindati e allenamenti con mascherine”, il velista italiano in Cina


Uscite di sicurezza dell’hotel sbarrate con catena e lucchetto e ingresso unico, mascherina sempre, cene da soli e su tre turni, all’aperto solo per gli allenamenti rigidamente controllati e poi rinchiusi in hotel. La vita ai tempi del coronavirus viene narrata da un velista italiano, Andrea Mannini, socio della Zaoil Sails di Sanremo e guru del 470, in Cina come commissario tecnico delle squadre olimpiche della vela cinese, in passato allenatore delle analoghe squadre inglesi e autore dell’oro croato a Rio 2016.


Mannini, come racconta in un reportage per il sito specializzato Saily.it, è in Cina dal 10 gennaio per preparare i mondiali 470 a Palma di Maiorca il 16 marzo: “tutto apparentemente perfetto, fino a quando il 21 gennaio è arrivata la comunicazione dal governo cinese a tutte le federazioni sportive che, per preservare la salute degli atleti, tutte le vacanze e i permessi di…