“Ho una cattiva notizia”. Il CEO di Google/Alphabet licenzia 12 mila dipendenti

Alphabet Inc., società madre di Google, è diventata venerdì l’ultima ad aggiungersi a un elenco crescente di aziende tecnologiche che hanno annunciato piani di riduzione del personale a causa delle eccessive assunzioni degli ultimi anni e dei timori di recessione.

L’azienda prevede di licenziare 12.000 dipendenti o di ridurre l’organico di circa il 6%, il più grande round di licenziamenti di sempre per l’azienda tecnologica.

L’amministratore delegato Sundar Pichai ha scritto venerdì un’e-mail ai dipendenti sui licenziamenti, pubblicata sul blog dell’azienda, intitolata “Una decisione difficile per prepararci al futuro”.

“Ho delle notizie difficili da condividere”, ha scritto Pichai all’inizio dell’e-mail. Poi è entrato subito nel vivo della questione, dicendo ai dipendenti: “Abbiamo deciso di ridurre il nostro personale:

Abbiamo deciso di ridurre la nostra forza lavoro di circa 12.000 unità. Abbiamo già inviato un’e-mail separata ai dipendenti statunitensi interessati. In altri Paesi, questo processo richiederà più tempo a causa delle leggi e delle pratiche locali.

Ha spiegato che il contesto aziendale di qualche anno fa è cambiato radicalmente: Negli ultimi due anni abbiamo assistito a periodi di forte crescita. Per…