“Ho chiesto io a Claudio di sposarmi”/ “Lui la mia trasgressione”

Donatella Rettore: “Nella vita sono noiosa”

Donatella Rettore, a Bellamà, si racconta: “Devo perdonare a me stessa il fatto di essere autolesionista, mi gioco contro. Magari dico cose che non penso per fare sensazione e poi dico che sono stupida. Devo pensare fino a 20, anzi a 100. Questa cosa mi è costata cara. Questo aspetto ho provato a governarlo. Se devo dire una cosa la dico”. La cantante rivela di essere una maniaca della pulizia: “Casa mia è coloratissima, disordinatissima, ma non ci trovi un batterio. Vado di candeggina, Claudio dice che è una camera a gas. Il bagno e la cucina sono le cose che proprio devo pulire sempre. Le spugnette non devono mai rimanere umide, vanno esposte al sole. Quelle fanno funghi e batteri, vanno asciugate”.

La Rettore spiega di essere una trasgressiva con le parole e con l’immagine: “Con tutte queste trasgressioni uno può farsi anche male. Ma pensate che non ho mai preso neanche una multa per divieto di sosta. La trasgressione mia è a parole, a immagini. Sono una che segue le Legge, paga le tasse, va a votare. Io sono noiosa. Nella mia Italia c’era bigottismo. Quando uno è bigotto è perché non vuole…