Helsinki non teme la minaccia russa: “I rifugi sono pronti, i militari pure”

HELSINKI – Sul traghetto per Suomenlinna, la fortezza costruita nel 1748 su sei isolette a quindici minuti dalla capitale per proteggerla contro l’espansionismo russo, c’è una nebbia che si taglia con il coltello. L’unica cosa chiara, a queste latitudini, è un’altra: la Finlandia, lasciandosi alle spalle decenni di neutralità, sta per chiedere l’adesione alla Nato.