Hanna 3, intervista a Esmé Creed-Miles e Mireille Enos

La missione di Hanna volge al termine. Si conclude il thriller targato Amazon che torna dal 24 novembre con la terza stagione. Nei sei episodi entra in scena anche Ray Liotta (Goodfellas) nei panni del vero Big Bad della serie. Hanna e Marissa Wiegler uniranno le forze per spezzare le catene che imprigionano la giovane spia e le sue colleghe. Per farlo, le due ex nemiche dovranno arrivare alla radice del male e smascherare la cospirazione che si cela dietro la malvagia organizzazione Utrax.

In questa stagione vediamo Hanna alle prese col suo primo grande amore” anticipa Esmé Creed-Miles, interprete della protagonista titolare. Spezzare il circolo vizioso dell’abuso è uno dei temi preponderanti della terza stagione. Lo pensa anche Mireille Enos che presta il volto all’agente della CIA Wiegler. “Marissa si sacrifica con la speranza che Hanna possa vivere una vita normale” dichiara l’attrice vista anche in The Catch.

Hanna è cresciuta insieme a me” racconta Esmé Creed-Miles, che ricorda il momento in cui la serie entrò nella sua vita. “Ero adolescente, e come molte persone della mia età stavo vivendo un momento emotivamente molto intenso” afferma l’attrice. A salvarla, il gruppo di persone che sul set, anno dopo anno, diventarono la sua famiglia….