Gyala, round di finanziamento da 5 milioni per sistemi di sicurezza made in Italy- Corriere.it

Gyala, startup italiana specializzata in cybersecurity, ha appena chiuso un round di finanziamento in equity da 5 milioni di euro, destinato all’implementazione del piano industriale. A guidare l’aumento di capitale Cdp Venture Capital, tramite il Fondo Evoluzione, con un parterre di co-investitori che comprende Azimut Libera Impresa e un club deal di Italian Angels for Growth. La startup, guidata da Gian Roberto Sfoglietta, Nicola Mugnato e Andrea Storico, trova origini in progetti di ricerca e sviluppo effettuati nell’ambito del Piano Nazionale della Ricerca Militare (Pnrm).

Agger e Uranyo

La startup ha sviluppato Agger, una piattaforma automatica di difesa informatica per infrastrutture IT e OT che grazie a propri algoritmi di Intelligenza Artificiale in grado di identificare minacce non note analizzando il comportamento dei processi in esecuzione e delle comunicazioni sulla rete. Questa soluzione – spiega Gyala – replica il lavoro generalmente svolto da personale qualificato, riducendo quindi i costi per la difesa e garantendo, al tempo stesso, il rilevamento e la protezione dai tentativi di attacco, dagli attacchi massivi con malware, fino ai pi sofisticati “zero day attack”. Uranyo invece la soluzione in cloud studiata per i Managed Service Provider e…