“Guerra quasi reale”. E Berlino frena sui tank – Libero Quotidiano

No, la Russia non ha gradito la fornitura di tank Leopard sbloccata dall’ok della Germania. Il conflitto, infatti, potrebbe entrare in una nuova fase. E la conferma arriva dalle parole dei Sergeij Lavrov, ministro degli Esteri, il quale in conferenza stampa dal Sudafrica, così come riferito da Ria Novosti, ha affermato: “La guerra della Russia con l’Occidente non è più ibrida, ma quasi reale”. Parole minacciose che la dicono lunga sulla percezione e le possibili volontà di Vladimir Putin.

Dunque, ecco l’intervento di Dmitri Peskov, portavoce del Cremlino, citato dall’agenzia Interfax: “I Paesi europei che contribuiscono direttamente o indirettamente a inondare l’Ucraina di armi, ne sono responsabili, e a pagare per questo pseudo-sostegno sarà il popolo ucraino”. Così Peskov rispondendo a una domanda sulla possibile fornitura di carri armati tedeschi Leopard attraverso Paesi terzi, come la Polonia.

Ma non è tutto. Lo stesso Peskov, de facto portavoce di Putin, ha chiuso ad ogni possibilità di negoziato di pace. “Al momento non ci sono le condizioni per questi negoziati, né de facto né de iure. Ascoltiamo le dichiarazioni di Kiev, conosciamo la giustificazione legale dell’impossibilità dei negoziati…