grossi problemi a riprendere la produzione di petrolio. O milizie o maltempo

La National Oil Corporation (NOC) libica ha revocato la causa di forza maggiore sulle esportazioni di greggio dai suoi porti occidentali dopo che le milizie hanno posto fine a un blocco di tre settimane, ma l’offerta dal paese sta faticando a decollare a causa della chiusura dei porti nell’est a causa di cattivi condizioni meteorologiche e mancanza di serbatoi di stoccaggio nei terminal.

La produzione di petrolio greggio libico è crollata all’inizio di questo mese al di sotto di 800.000 barili al giorno (bpd), a causa del blocco di quattro giacimenti petroliferi, incluso il più grande giacimento del paese, quello di Sharara, e dei relativi terminali di esportazione nell’ovest, e di una riparazione urgente di un oleodotto che ha ridotto l’esportazione di 200.000 bpd per diversi giorni.

Il 20 dicembre, la Libia ha dichiarato la causa di forza maggiore per interrompere le esportazioni petrolio dopo che la produzione di greggio era stata bloccata da quattro giacimenti petroliferi libici, incluso il più grande giacimento di El Sharara da 300.000 bpd. Altri giacimenti petroliferi chiusi includono El Feel, Wafa e Hamada. I giacimenti petroliferi sono stati chiusi dai membri della Petroleum Facilities…