«Grazie al vaccino ho solo sintomi lievi»- Corriere.it

di Fulvio Bufi e Stefania Chiale

Il dipendente 48enne dell’Eni, arrivato dal Mozambico l’11 novembre, isolato con i suoi familiari, positivi anche loro e tutti con sintomi lievi: Con mia moglie e i miei due bambini, mia madre e mia suocera siamo in attesa dei tamponi negativi per chiudere questa fastidiosa vicenda

Sta bene, ringrazia di essersi vaccinato con due dosi nei mesi scorsi ed certo di non aver infettato altre persone oltre ai familiari gi con lui in isolamento. Sono questi oggi i punti fermi del paziente zero italiano contagiato dalla variante sudafricana del Covid Omicron, che ha deciso di parlare per chiarire alcuni elementi essenziali della vicenda.

Nelle parole del dipendente 48enne di Eni la conferma di quanto ricostruito dal Corriere
rispetto agli ultimi 18 giorni. Alla partenza dal Mozambico l’esito negativo del tampone, e durante tutto il tragitto il rispetto delle misure di distanziamento sociale: Ho viaggiato nei giorni scorsi da Maputo a Milano — dice, tralasciando l’arrivo all’aeroporto di Fiumicino e la tappa a Caserta, di cui per abbiamo conferma — avendo effettuato in anticipo all’imbarco il test PCR, che ha restituito esito negativo. Come previsto dalle normative vigenti in materia ho rispettato lungo tutto il tragitto le