GP di Spagna ▷ Le pagelle del Prof. Marcacci

Max Verstappen 10

È vero che la buona sorte, o se preferite la malasorte di Leclerc, gli dà una mano; lui però deve fronteggiare più di una problematica: macchina bizzosa, uscita di strada, DRS non funzionante. Alla fine doma tutto, tutto gestisce. Il merito, francamente, ci sembra che sovrasti la fortuna.

Charles Leclerc 10

Dobbiamo valutare le sue prestazioni, tra ieri e oggi. Dunque: giro fantasmagorico in qualifica, pur dopo una carambola; partenza perfetta; gestione della leadership fino a che il turbo non ha cambiato “voce”. Quale altro voto meriterebbe?

George Russel 9

Non da oggi, nemmeno da questa stagione, diciamo che lui è un talento puro, che in poco tempo è stato bravo a disciplinarsi. Ottimizza la resa di una Mercedes nel frattempo migliorata non di poco, perché ha qualità d’altri tempi, ossia è un “manico” che sarebbe stato campione anche se fosse nato trenta o quarant’anni prima. 

Sergio Perez 8,5

Il compagno di squadra ideale, uno come lui. Mette talento e velocità al servizio di Verstappen. Giustamente, in un audio con voce poco entusiastica, rivendica presso il team la giusta considerazione. Anche dal punto di vista contrattuale. Ha tutte le ragioni del mondo.

Lewis Hamilton 8

Comincia manifestando subito, con qualche ragione,…