Golden Globes, l’Italia spera con Sorrentino ma sarà un’edizione sottotono- Corriere.it

Il 9 gennaio saranno consegnati i premi della Hollywood Foreign Press Association ma senza diretta tv e senza la presenza di attori e registi candidati sul red carpet

L’Italia spera con Sorrentino, candidato per stata la mano di Dio
come miglior film straniero. C’ chi scommette sulla vittoria id Blefsat o Drive mY car. Ma comunque vada, l’edizione di quest’anno dei premi della Hfpa, Hollywood Foreign Press Association, l’associazione della stampa straniera a Hollywood, sar sotto tono. Troppo pesanti gli scandali svelati da diverse inchieste de Los Angeles Times che hanno investito negli anni scorsi l’associazione, accusata anche di poca capacit di inclusione (neanche un giornalista nero tra gli 87 associati) e impermeabile al cambiamento. Dopo l’annunciato boicottaggio del network Nbc non pi disponibile a ospitare la serata, nessun altra tv si fatta avanti. La cerimonia di consegna dei premi per cinema e tv si terr come da mezzo secolo, al Beverly Hilton Hotel a partire dalle 6 p.m. PT (le tre di notte ora italiana) ma sar molto diversa dal solito: niente divi (i publicist e le produzioni lo hanno sconsigliato a tutti), dunque niente tappeto rosso, niente pubblico (inutilmente a caccia di autografi e selfie). Neanche i vincitori in sala. A detta della Hfpa…