Gli spyware nella lista nera

L’America non fornirà tecnologia a due aziende di cybersecurity israeliane

Gli Stati Uniti hanno messo nella lista nera degli scambi commerciali l’Nso Group, la compagnia israeliana che ha creato lo spyware Pegasus, e anche Candiru, un’altra piccola società con sede a Tel Aviv. Se finisci in questa lista, vuol dire che riceverai meno tecnologia proveniente dall’America, e il dipartimento del Commercio ha spiegato così la sua decisione: “Ci sono prove che queste entità abbiano sviluppato e fornito spyware a governi stranieri che li hanno utilizzati per controllare intenzionalmente funzionari, giornalisti, imprenditori, attivisti, accademici e dipendenti delle ambasciate. Questi strumenti hanno anche permesso ad alcuni governi stranieri di organizzare una repressione transnazionale, che è quello che fanno i governi autoritari per colpire dissidenti, giornalisti e attivisti fuori dai loro confini per silenziare il dissenso. Tali pratiche minacciano le regole dell’ordine internazionale”. A queste aziende israeliane sono state aggiunte anche la russa Positive Technologies e la Computer Security Initiative Consultancy che ha base a Singapore: sono accusate di “traffico di strumenti cyber” per accedere a sistemi informatici senza…