gli aiuti all’Ucraina anche da un bunker alle porte di Roma- Corriere.it

di Francesco Verderami

Il decreto sulle forniture militari passer in tempi brevi e con numeri ampi

Oggi Meloni copier Draghi e il titolare della Difesa Crosetto varer lo stesso decreto redatto dal suo predecessore Guerini, quando l’Italia s’impegn a difendere l’Ucraina dall’invasione russa. Cos fino al 31 dicembre 2023 il governo potr decidere di inviare armi a Kiev. Aggiornando volta per volta il Copasir sul materiale bellico destinato all’esercito ucraino e informando periodicamente le Camere sugli sviluppi del conflitto. La linea atlantista viene cos confermata dalla premier, che l’altro ieri — d’intesa con Crosetto — aveva accolto la richiesta del Pd di non inserire il rinnovo del decreto in un altro provvedimento, ma di farlo approvare dopo un formale passaggio politico in Parlamento.

Si chiude cos un caso che in realt non era mai nato, se vero quanto racconta un autorevole dirigente dem che ha partecipato alla trattativa: Meloni voleva solo velocizzare l’iter, non voleva “nascondere” il voto in Parlamento. Magari qualcun altro ci sperava, anche tra i nostri…. Ma il vertice del Pd e il Terzo polo, hanno sgombrato il campo da atteggiamenti ostruzionistici, tanto che il testo potrebbe essere licenziato dalle Camere entro un paio di…