«Gli abusi edilizi? I cittadini non capiscono quali rischi corrono. Ma serve semplificare»- Corriere.it

di Maria Teresa Meli

Il sindaco di Napoli: la burocrazia blocca tutto. «Noi abbiamo tantissime pratiche ferme da anni perché ci vogliono talmente tanti pareri che è molto complicato dare una risposta. A quel punto è meglio negare un condono che lasciarlo sospeso per anni».

Sindaco Gaetano Manfredi, può sembrare un luogo comune, ma quella di Ischia era una tragedia annunciata.
«I luoghi di Ischia dove c’è un rischio idrogeologico di questo tipo sono tanti. Ora è capitato a Casamicciola, ma sarebbe potuto capitare anche in un altro Comune».

C’è anche il problema dell’abusivismo, che in Meridione è indubbiamente più presente che nel resto d’Italia.
«Si, anche se non so quante di quelle case siano state costruite abusivamente e quante invece fossero regolarmente autorizzate. Ma le due cose non sono strettamente connesse, anche se ovviamente l’abusivismo è un problema: il rischio idrogeologico riguarda pure le costruzioni regolari».

A proposito dell’abusivismo, c’è chi ha polemizzato per il decreto sul condono del primo governo Conte. Lei che idea si è fatto su questa vicenda?
«Io non conosco i dettagli. Dicono che sia stata una procedura di semplificazione. Prenda Napoli: noi abbiamo tantissime pratiche ferme da anni proprio perché ci…