Giustizia, la Lega appoggia la proposta di Marta Cartabia

Sembra una visione alquanto facile da comprendere. Basta indovinare chi è il primo sponsor della riforma “ammazzaprocessi” per la Giustizia di Marta Cartabia. Naturalmente, la risposta giusta porta alla Lega di Matteo Salvini. Se il Movimento 5 stelle di Giuseppe Conte intende modificare la norma in Parlamento, se Italia Viva di Matteo Renzi intende proporre emendamenti ad una legge imperfetta, la Lega non ha assolutamente nulla da contestare. Anzi, ne è diventata la principale promotrice.

A dichiararlo, ci ha pensato lo stesso Matteo Salvini, alla fine dell’incontro con Mario Draghi.
È stato un incontro molto utile, totale condivisione su come andare avanti nei prossimi mesi. Bisogna correre sulle riforme, accelerare sulle riforme. Quindi la riforma della giustizia da portare in Parlamento e da approvare entro l’estate.” ha dichiarato Salvini. Il problema è che lo stesso leghista si dota di un comportamento completamente ipocrita, soprattutto nel momento in cui raccoglie firme per un referendum, sorpassando di fatto il Ministero della Giustizia.

L’approvazione della riforma della giustizia penale è stata segnata da profonde polemiche. Non solo a livello tecnico, ma anche politicamente. Il Movimento 5 Stelle interverranno in…