Giuseppe Piccolomo, killer mani mozzate/ Omicidio Molinari: ergastolo, morte moglie…

Giuseppe Piccolomo, primo ergastolo per l’0micidio di Carla Molinari: motivi economici?

Il caso di Giuseppe Piccolomo ed il suo iter giudiziario di cui è stato protagonista sarà al centro della nuova puntata di Un giorno in pretura, in onda nella terza serata odierna di Rai3. Piccolomo fu ribattezzato in modo inquietante come “il killer delle mani mozzate” e nel corso degli anni ha ottenuto ben due condanne all’ergastolo rispettivamente per l’omicidio di Carla Molinari, avvenuto nel 2009 e per la morte della moglie Marisa Maldera, avvenuto sei anni prima, nel 2003.

Era il 5 novembre 2009 quando Giuseppe Piccolomo si macchiò dell’omicidio dell’anziana Carla Molinari, una pensionata di Cocquio Trevisago, in provincia di Varese. La donna fu uccisa in modo efferato: le fu tagliata la gola con una violenza tale da lasciarla decapitata e successivamente le furono mozzate le mani. Ad ipotizzare sin da subito la colpevolezza di Piccolomo furono le sue stesse figlie. Tanti gli indizi contro l’uomo: dalle impronte delle scarpe alle immagini riprese dalle telecamere, fino ai mozziconi di sigaretta. Lui, di contro, si è sempre dichiarato innocente. Tante le…