“Gigi Rizzi mi morì tra braccia”/ “Suicidio Franco Rapezzi? Ho dubbi”

Danilo Endrici è l’ultimo dei playboy, conosciuti anche come gli italiens. Un gruppetto di uomini di bell’aspetto che attiravano su di sé i riflettori nelle estati della Costa Azzurra. Ad oggi, a 78 anni, di quei tempi è rimasto soltanto un ricordo: è un imprenditore che si occupa di produrre e vendere schermi per i cinema. A raccontarlo è stato lui stesso in una intervista al Corriere della Sera.

I ricordi dei tempi andati, come ha ammesso, sono ancora vividi nella sua mente. Insieme a Gigi Rizzi, Franco Rapetti, Rodolfo Parisi e Beppe Piroddi, fece furore. “Eravamo bellocci, di modi eleganti, parlavamo tutti le lingue. Francese e inglese li ho appresi bene e facilmente a scuola, lo stesso per il tedesco seconda lingua dalle mie parti. Ad avvicinarmi fu Parisi, la cui famiglia aveva una ditta di spedizioni a Trieste, ci incrociammo a Bologna, a qualche festa: fu simbiosi. Poi si aggregarono gli altri”, ha raccontato. Le loro vite, tuttavia, non sono state rose e fiori.

Danilo Endrici: “Gigi Rizzi mi morì tra braccia”. Il prematuro decesso dei due playboy

Tre dei playboy,…