Gianmarco Pozzi, prove omicidio?/ Carriola e sacco nero: “Una testimone ha visto…”

La morte di Gianmarco Pozzi, il giovane rinvenuto privo di vita in un’intercapedine sull’isola di Ponza nell’estate del 2020, è tornata a occupare lo spazio della trasmissione televisiva di Rai Uno “Storie Italiane”, condotta da Eleonora Daniele. Ci sarebbe, infatti, una svolta significativa nel caso legato alla dipartita del ragazzo; sarebbe infatti spuntato un testimone che avrebbe visto una carriola coperta da un telo e dalla quale sarebbero fuoriuscite le gambe di una persona, presumibilmente quelle della vittima. Sul luogo del delitto c’era anche un sacco nero, spostato e successivamente ritrovato con possibili tracce.

Martina Pozzi, sorella di Gianmarco, è intervenuta in collegamento audiovisivo, raccontando quanto segue: “Sappiamo questa notizia da un paio di mesi (dal 22 aprile, ndr). La testimone è una donna con figli, ma ha paura di esporsi, perché lei dice di avere riconosciuto una delle persone che portavano la carriola. Noi abbiamo provato in questi mesi ad aiutarla a sbloccarsi, mandandoci anche solo una lettera anonima o spingendola alle forze dell’ordine, ma non abbiamo ottenuto nulla. Per questo stamattina abbiamo deciso di parlare…