Gentiloni: "Il Pnrr non è un regalo"

Buongiorno a tutti. Immaginavo una conversazione più tranquilla con Paolo Gentiloni, commissario europeo per l’Economia. Invece in quest’ultima settimana la situazione è precipitata in maniera rapida e continua a farlo. Devo partire da questa urgenza ed emergenza. Spero di sbagliarmi, ma l’Europa sembra ancora un po’ confusa. Scoordinata, forse. Siamo alla quarta ondata: è ancora possibile?

 

“Buongiorno. È sempre bellissimo essere alla Festa dell’ottimismo, anche se l’incipit dell’intervista non è molto ottimista. Come ricordava prima Roberto Speranza, la risposta europea dal punto di vista sanitario è stata molto importante. Non era scontato: l’Unione non esercita competenze specifiche, si tratta di una materia regolata dagli stati membri. Malgrado ciò, oltre agli altri dossier su cui sta lavorando, l’Ue ha raggiunto due risultati straordinari. Il primo: il common procurement per i vaccini. Questione controversa, come ricorderete. All’inizio di quest’anno alcuni paesi lamentavano ritardi, altri, come il Regno Unito, notavano quanto fossimo indietro. Quella misura, però, ha evitato tensioni tra paesi vicini, impedito la nascita di un mercato nero e permesso la distribuzione in Europa di circa un miliardo di dosi. A questo proposito, va…