Gaza, operazione militare di Israele contro obiettivi della Jihad. Ucciso il comandante

Israele ha avviato un’operazione militare contro alcuni obiettivi della Jihad Islamica nella striscia di Gaza, dopo giorni di tensioni seguite all’arresto del leader della Jihad in Cisgiordania, a Jenin. L’esercito dello Stato ebraico ha colpito il piano alto di un edificio a Gaza City ma non è ancora chiaro quale fosse il bersaglio. Le strade intorno alla Striscia sono state chiuse e il governo israeliano ha inviato rinforzi al confine sud. 

Il ministro della Difesa israeliano Benny Gantz ha detto che il governo avrebbe risposto alle minacce di ritorsioni provenienti dalla jihad: “Opereremo con resilienza interna e forza esterna al fine di ripristinare la normalità della vita quotidiana nel sud di Israele. Non cerchiamo il conflitto, ma non esiteremo a difendere i nostri cittadini, se necessario.”

L’ultima escalation nella Striscia è iniziata quando le forze israeliane hanno arrestato un membro di spicco del gruppo militante, il leader della Jihad islamica di Jenin, Bassam a-Saadi, lunedì. Un adolescente del gruppo è stato ucciso in uno scontro a fuoco tra le truppe israeliane ei militanti palestinesi.

Ahmed Mudalal, un funzionario della Jihad islamica a Gaza, ha affermato che il gruppo aveva…