Gas, l’Italia rischia un inverno senza energia? Domanda, stoccaggi, forniture: cosa sapere- Corriere.it

La Russia ha chiuso i rubinetti del gas all’Italia: le forniture da Tarvisio sono a zero ormai da diversi giorni. E non ancora chiaro quando e se verranno ripristinate. Eni si augura che possano riprendere entro la prossima settimana. L’azienda del cane a sei zampe in trattative con il gruppo energetico russo Gazprom e Gas Connect Austria per esplorare potenziali opzioni per sbloccare le forniture russe che arrivano in Italia attraverso l’Austria. Di fatto l’azienda pagherebbe il trasportatore austriaco per conto del colosso russo, operazione che ovviamente richiede l’adesione di tutte le parti coinvolte. Eni pronta a pagare 20 milioni di euro di garanzie per far arrivare il gas attraverso lo snodo Tarvisio.

Stoccaggi al 90%

Al momento gli stoccaggi europei e italiani sono pieni: il livello delle riserve di gas nei depositi sotterranei europei vicino all’87%, in Italia stato superato il 90%. Questo significa che il gas per riscaldarci questo inverno ce l’abbiamo. Detto questo, bisogna tenere conto delle variabili che potrebbero complicare la situazione: un’ondata di freddo improvvisa, interruzioni nelle forniture da altri Paesi, forniture di gnl inferiori a quelle preannunciate. Variabili che hanno portato l’ad di Eni a dire: Puoi chiudere le…