Galli-Cacciari, scontro video sul coprifuoco

Scontro sul coprifuoco tra professori: da una parte Massimo Galli, dall’altra Massimo Cacciari. Il ring è a Cartabianca. “La questione dell’orario è assurda. Non sono un virologo ma mi intendo un po’ di logica”, dice Cacciari contestando la validità del coprifuoco fissato alle 22. Al filosofo e politilogo replica il professor Galli, responsabile di malattie infettive del Sacco di Milano. “La logica è limitare l’uscita delle persone la sera”, dice il medico. “E allora dica che va impedita l’uscita delle persone, dica che bisogna stare a casa. Non difenda l’orario delle 21, delle 22 o delle 23”, ribatte Cacciari. “Devono uscire il meno possibile le persone. Il discorso delle aperture è stato anticipato ed è stato un errore”, afferma Galli, mentre l’interlocutore incalza: “Allora la logica afferma che non bisogna uscire di casa: lockdown”, taglia corto Cacciari.


“Mi sta tacciando di voler difendere una cosa che non voglio difendere”, dice Galli con una manovra evasiva. “Lei sa che i luoghi in cui si diffonde sono i mezzi di trasporto, le metropolitane, forse la scuola, con i ragazzi che infettano padri e nonni. Il contagio non è favorito da chi esce la sera, ma dall’assembramento serale e quello si può controllare. Io…