frena la crescita, sale il deficit- Corriere.it

Il governo Draghi varer domani la Nadef, cio la Nota di aggiornamento del documento di economia e finanza. Il testo, che rivede le stime dello scorso aprile, si limiter a recepire le tendenze in atto, a legislazione vigente. Per la manovra 2023 bisogner invece attendere il nuovo governo, anche se ci sono gi stati i primi contatti al Tesoro per gestire la transizione con gli sherpa del centrodestra. L’interlocuzione si intensificher nei prossimi giorni tra il ministero dell’Economia (oltre a Daniele Franco, il Ragioniere dello Stato, Biagio Mazzotta) e coloro che in FdI seguono i conti pubblici, da Guido Crosetto a Maurizio Leo.

Pil rivisto al ribasso nella Nadef

La Nadef corregger al ribasso le previsioni sul Pil per il 2023: non pi il 2,3% ma una crescita di poco superiore allo 0,5%; quindi ancora col segno positivo, nonostante l’aggravarsi della congiuntura, che ha spinto le agenzie di rating Fitch e Standard & Poor’s a stimare che l’Italia finisca in recessione l’anno prossimo, rispettivamente -0,7% e -0,1%.

L’economia rallenta

La frenata dell’economia avr conseguenze sui saldi di finanza pubblica. Il deficit 2023 sar rivisto in aumento rispetto al 3,7% previsto ad aprile e arriver intorno al 5% mentre il debito pubblico,…