Flat tax e Irpef, chi paga davvero le tasse (e chi le pagherà ancora meno)- Corriere.it

Consideriamo un professionista con compensi nei pressi della nuova soglia di 85 mila euro, il suo reddito imputato sar ben superiore al limite dell’ultimo scaglione Irpef, pari a 50 mila euro. Un lavoratore dipendente con quel reddito paga un’aliquota marginale (incluse le addizionali) superiore al 47%: pi del triplo dell’aliquota marginale del 15% cui soggetto il professionista. L’esempio fatto da Giuseppe Pisauro, ex presidente dell’Ufficio parlamentare di bilancio e ordinario di Scienza delle finanze alla Sapienza di Roma, spiega il titolo scelto dal quotidiano Domani, in prima pagina: Con la flat tax a 85 mila euro i dipendenti pagano il triplo di tasse. E spiega anche l’occhiello dell’articolo: Cittadini di serie A e di serie B. Perch, per dirla ancora con le parole di Pisauro, l’articolo 53 della Costituzione al primo comma afferma che “tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacit contributiva”. Davvero difficile comprendere quali elementi possano rendere la capacit contributiva di un professionista pari a meno di un terzo di quella di un lavoratore dipendente con lo stesso reddito.

Rialzo del tetto della Flat tax

Pisauro non trova convincenti, o per lo meno insufficienti, le motivazioni addotte al rialzo…