finanziare al’Ucraina senza limiti rovinerà i paesi europei

 

Il primo ministro ungherese Victor Orbán ha avvertito venerdì che le politiche europee che sostengono un prestito comune di massa tra gli Stati membri dell’UE per continuare a finanziare la resistenza dell’Ucraina all’invasione russa avranno conseguenze devastanti.

Il leader ungherese ha dichiarato a “Buongiorno, Ungheria!” che le sanzioni dell’UE sull’energia russa sono destinate a fallire e che “non solo i nostri figli, ma anche i nostri nipoti subiranno le conseguenze” di uno schema di prestiti di massa proposto dall’UE, aggiungendo che anche gli Stati potenzialmente insolventi avranno bisogno di sostegno.

Orban ha ribadito l’opposizione dell’Ungheria e ha suggerito che gli accordi per sostenere l’Ucraina dovrebbero essere a livello nazionale attraverso accordi bilaterali tra i singoli Paesi, come riporta ReMix. :ha sottolineato che l’Ucraina si trova ora in una situazione in cui non è in grado di funzionare come nazione indipendente a causa del conflitto in corso e che, sebbene abbia bisogno dell’aiuto dei suoi vicini e alleati nel breve termine, non spetta a Bruxelles parlare a nome di tutti gli Stati membri. Inoltre, Orban ritiene che ulteriori sanzioni sul gas o sull’energia nucleare russa avrebbero “conseguenze…