“Feci se*so con lei ed Epstein, avevo 14 anni”

E’ iniziato negli scorsi giorni a New York il processo a Ghislaine Maxwell, l’ex compagna del magnate Epstein, accusato di aver soddisfatto i propri desideri se*suali anche con delle ragazzine. Secondo l’accusa, Ghislaine Maxwell avrebbe aiutato Epstein ad adescare le ragazze, e fra le varie testimonianze anche quella di Jane, nome di fantasia, che quando avvenne l’incontro con il magnate aveva solo 14 anni. Come raccontato al procuratore Alison Moe, durante un incontro vi era proprio la Maxwell nella stanza a guardare, e Epstein le avrebbe fatto «fatto cavalcare la sua faccia», «pizzicargli i capezzoli» e portata in piscina «continuando a masturbarsi su di me».

I fatti risalgono al 1994: «Ha detto: ‘conosco tutti, agenti, fotografi, posso far accadere le cose ma devi essere pronta per questo. La conversazione – ha continuato Jane – è finita bruscamente, eravamo nel suo ufficio e lui ha detto: ‘seguimi’». A quel punto sono usciti, lui si è seduto sul divano «Si è tirato giù i pantaloni, mi ha tirato su di sé e ha continuato a masturbarsi su di me. Poi si è alzato ed è andato in bagno, si è ripulito e ha agito come se non fosse…