Fazzolari contro Bankitalia: “Critica la manovra perché è partecipata da banche private”

Il sottosegretario e braccio destro di Giorgia Meloni risponde ai rilievi di Via Nazionale sul Pos e la legge di Bilancio: “Abbiamo contro tutti. Ma non cambierà il nostro indirizzo sulla moneta elettronica”

Le critiche di Bankitalia? Non mi sorprendono visto che è partecipata da banche private. Ecco forse perché sono critici sulla nostra misura sui Pos. Al contrario della Bce. Insomma parliamo di due visioni legittime ma opposte”. Giovanbattista Fazzolari, sottosegretario per il programma e braccio destro di Giorgia Meloni, punge Via Nazionale. Dice che la soglia dei sessanta euro può essere rivista, ma “ne va dei diritti dei commercianti: personalmente non vedo la necessità di uno strumento che limiti la mia libertà. Dopodiché Bankitalia ha la sua visione e non cambierà il nostro indirizzo sulla moneta elettronica”.

Fazzolari ammette: “Abbiamo contro tutti: Bankitalia, Confindustria e i sindacati. Quindi questo vuole dire che tanto male non stiamo facendo”. Teme un inverno caldo? “Sì, sperando che Conte non aizzi le folle e racconti bene la modifica del Reddito di cittadinanza”.