“Fanno di tutto per ritardare l’autopsia”, un terribile sospetto – Libero Quotidiano

La morte del piccolo Andrea Mirabile, deceduto per una sospetta intossicazione alimentare mentre si trovava in vacanza con i genitori a Sharm el Sheik, lascia senza parole. Sono in corso indagini per capire quale possa essere stata la causa del decesso del piccolo e del malore del padre che sta combattendo tra la vita e la morte in rianimazione. Ma in tanto in questa vicenda cominciano ad esserci delle ombre che vanno rimosse per far luce su quanto accaduto. Il primo punto riguarda le tempistiche del ricovero. A quanto pare, subito dopo il malore, l’intera famiglia si è recata in una guardia medica a pochi passi dal resort a 5 stelle dove si trovava in vacanza. I medici di guardia avrebbero prescritto una medicina adatta proprio per le intossicazioni alimentari chiedendo di ripassare nel pomeriggio per vedere gli effetti della cura. La situazione è immediatamente precipitata e sia Antonio che il piccolo Andrea sono peggiorarti immediatamente. Solo a questo punto, dopo l’approccio un po’ troppo soft della guardia medica, la moglie ha chiesto e ottenuto il trasferimento in ospedale in ambulanza.

E qui le parole dello zio del piccolo Andrea chiariscono bene cosa è successo. Roberto Manosperti, fratello di Rosalia e…