ex Foggia e poliziotto mancato- Corriere.it

di Salvatore Riggio

Il portiere dell’Olanda, partito terzo nelle gerarchie, titolare contro il Senegal. «La mia famiglia voleva facessi un lavoro normal, io avevo un sogno sin da bambino»

«Avevo questo sogno fin da bambino, si è avverato». Sì, a volte può succedere. Ed è quello che probabilmente ha pensato Andries Noppert, portiere dell’Olanda, quando è stato convocato per Qatar 2022 dal c.t. Louis van Gaal e quando lunedì 21 novembre è sceso in campo, da titolare e prima presenza per lui in Nazionale, nel debutto degli Orange contro il Senegal. Ed è stato anche uno dei protagonisti della vittoria per 2-0 perché subito dopo il vantaggio firmato da Gakpo a 6’ dalla fine, si è disteso sulla sinistra per deviare un’insidiosa conclusione di Pape Gueye, per poi festeggiare al 99’ — in uno dei tantissimi maxi recuperi di questo Mondiale — il raddoppio di Klaassen.

«Non avrei mai pensato che fosse possibile», ha aggiunto. La sua è una delle favole più belle di questo inizio Qatar 2022. Il suo debutto in una rassegna iridata appariva davvero inimmaginabile fino a qualche settimana fa. Un gigante di 203 centimetri, ed è il giocatore più alto di questo Mondiale, Noppert non ha avuto…