eserciti bloccati, sud conteso e forniture occidentali- Corriere.it

di Andrea Marinelli e Guido Olimpio

L’esercito di Kiev e l’Armata di Mosca sono a corto di uomini e non riescono a guadagnare terreno. Zelensky contrattacca in Crimea, agevolato dalle armi occidentali

Gli schieramenti, impegnati nel conflitto d’attrito, muovono poco. Gli ucraini picchiano ai fianchi e in profondit, i russi spingono lentamente nel Donbass. Le prossime settimane – ripetono gli strateghi – potranno dare indicazioni sul futuro.

Le forze in campo

Dopo la conquista di Severodonetsk e Lysychansk l’Armata ha fatto qualche progresso, ma non ha dilagato. Era difficile dopo aver sacrificato molti uomini e tank negli assalti. Tuttavia Mosca, pur logorata, non ha mai smesso di provare ad avanzare. Gli avversari hanno vissuto momenti drammatici, ammessi dallo stesso Zelensky, con centinaia di morti e altrettanti feriti
. Complicato garantire i rimpiazzi per i due campi, non sempre i rinforzi sono stati all’altezza. L’Ucraina, con la collaborazione dei paesi Nato, sta addestrando diverse migliaia di militari all’estero. La Russia ha preparato il Terzo Corpo, circa 15 mila uomini, destinati ad entrare presto in azione mentre ha proseguito nella mobilitazione mascherata ottenuta offrendo buoni salari e incarichi – in teoria – a tempo. La…