“Eri il nostro gigante buono”. Muore a 39 anni nel suo negozio

“La vita sa essere proprio infame e si porta via sempre i migliori – aggiunge un amico – ciao Mauro..ti ricorderò sempre con il sorriso e la voglia di ballare”. Questo è solo uno dei messaggi di cordoglio destinati al gigante buono dalle mani delicate, un’anima d’artista racchiusa in un corpo da giocatore di rugby (sport che aveva praticato a lungo da ragazzo). Per gli amici Mauro Baratto questa descrizione essenziale e sintetica calzava a pennello. Trentanove anni, originario di Robegano, è morto ieri pomeriggio, colto da un malore improvviso all’interno del suo negozio, a Marghera.

L’uomo gestiva l’Hemptown, un grow shop, un negozio in cui si vendono derivati di canapa e cannabis legale, in via Castelli. Baratto, nel primo pomeriggio, aveva ricevuto un rappresentante. Poi si era assentato per un attimo per andare in bagno e, lì, si era accasciato a terra. Immediati i soccorsi, ma per lui non c’è stato nulla da fare: i medici del Suem hanno provato a lungo a rianimarlo, senza però riuscirci. (Continua a leggere dopo la foto)

A Marghera sono arrivate anche le volanti della polizia per il sopralluogo di rito: la notizia della morte del 39enne è stata comunicata anche al…